Giancarlo Tusceri

Nato a La Maddalena nelle Bocche di Bonifacio, in Sardegna, si è laureato in Scienze Politiche. È  pubblicista (politica estera e cronaca), romanziere, saggista. Ha vinto il premio biennale per silloge poetica “Michelangelo Pira”e tutti i più importanti premi di poesia e letteratura in lingua sarda. Dirige un Collettivo Teatrale, l’Elicriso, per il quale ha scritto e diretto diverse opere teatrali in italiano e in dialetto isolano e ha messo in scena, autorizzato dagli eredi di Eduardo De Filippo, “Filumena Marturano” nella parlata della sua terra, ispirando una tesi di laurea alla Sapienza e replicando la commedia stessa all’Università di Corte (Corsica). Ha pubblicato oltre 30 libri fra i quali “Teggj, Lastre di granito levigate dal vento”, Premio biennale poesia Michelangelo Pira, 1990, editore Tema, Cagliari, 1991; “Sette schegge di luna”, Paolo Sorba Editore, La Maddalena, 1992; “Di stenciu a manu mancina”, Sotziedade Culturale, “Casteddu de sa fae”, Nuoro, 1992,; “Le porte chiuse”, Paolo Sorba Editore, la Maddalena, 2003; “Ombre sulla casa bianca, Caprera 1860-1861”, Taphros Editore, Olbia, 2006; “Pascal, mon ami, il naufragio de La Sémillante”, Editrice Taphros,  2006; “Ergastolano di Stato, gli ultimi anni di Vincenzo Sulis”, Editrice Taphros, Olbia, 2009; “La spada snudata dell’Islam”, Centro Studi Tindari Patti, Messina, 2012; “Dragut u cursaru turcu”, Albiana Editrice, Università di Corte, Ajaccio, 2013. Le sue poesie “Nel deserto dell’esistenza”, “Dove muore il sole”, “Nulla è più muto”, “Navigo a vista”, Sacerdote del nulla” fanno parte dell’antologia “Molti nomi ha l’esilio” di nostra prossima pubblicazione.