kanaga logo

L’origine del nome risale dalla più profonda civiltà africana. Kanaga è una maschera facciale del popolo Dogon (Mali), tradizionalmente usata dai membri della società Awa. Kanaga evoca il Dio creatore Amma. Presenta una doppia croce, che ricorda gli iniziati degli episodi della creazione del mondo ballati durante le cerimonie funebri in cui è utilizzata dai membri della società Awa. Il non iniziato tende a vedere vari soggetti animali: il kommolo tebu (un uccello), la lucertola, l’iguana, il baramkamza dullogu (un insetto d’acqua), o la mano di Dio o lo spirito femminile degli alberi (gyinu ya).

Kanaga Edizioni promuove dunque la creazione: è una casa editrice di recente nascita e vuole diventare una realtà editoriale. Pubblica in formato tradizionale e digitale.

“Pubblichiamo libri provenienti da culture lontane e vicine, convinti che la conoscenza delle culture del mondo aiuti a costruire una società più inclusiva e più aperta.”

Il catalogo di Kanaga Edizioni costruisce ponti per questi immaginari, apre orizzonti diversi e offre libri per arricchire gli esseri umani nella loro ricerca di umanità. La letteratura è quindi molto presente nel catalogo, ma anche la ricerca della sapienza.

Kanaga Edizioni, nasce per offrire nuova linfa al confronto culturale italiano e internazionale; proponiamo opere letterarie che abbracciano la narrativa, la poesia e la saggistica, ospitando anche autori di primo piano. Un’accurata e rigorosa proposta di titoli che si pone l’obiettivo, sempre ambizioso, di stimolare le conoscenze e sollecitare gli interessi anche dei lettori più esigenti. Difendere il libro e la lettura come apertura al mondo è il nostro credo, nella convinzione che il libro non vada considerato come un prodotto di consumo, ma ne vada rispettata la creazione. L’ideale di creazione: Kanaga.