Jorge Canifa Alves

È nato nel 1972 a Capo Verde, vive in Italia dal 1979. In lui si fondono armoniosamente la cultura italiana e quella capoverdiana. Collabora fin dalle origini (1997) con l’associazione culturale Scritti d’Africa, con la quale comincia a occuparsi anche di teatro. Dal 2005 fa parte del gruppo dei poeti Apollo 11 (branchia poetica de L’Orchestra di Piazza Vittorio). Nel 2006, nei panni di regista-attore porta in scena lo spettacolo “Gli Affamati”. È stato dal 2004 al 2007 vice presidente della consulta per l’immigrazione per il quinto municipio di Roma. Ha pubblicato: “Racconti in altalena”, Edizioni dell’Arco, 2006, “Il Bacio della sfinge”, Fuoco Edizioni, 2008, “Claridade. La coscienza illuminata di Capo Verde”, Fuoco Edizioni, 2011, “Kronos’90: poesie in bianco nero e grigi” , frecciadoro edizioni, 2012, “Il salto dello Scorpione”, autoproduzione, 2014, romanzo.

Le sue poesie “Vai, no resta!”,Restare partire,” “Justine”, “L’ultima sal”, “Sodade” fanno parte dell’antologia “Molti nomi ha l’esilio” di nostra prossima pubblicazione.