Giorgio Diaz

Giorgio Diaz è nato a Livorno.Vive, legge e scrive a Firenze. Laureato in giurisprudenza ed appassionato di letteratura, ha lavorato a Roma e Firenze, in impieghi pubblici. Nel 2004, vincitore del concorso bandito dalla Società Editoriale ARPANet, ha pubblicato il suo primo romanzo, Il nibbio dell’Uccellina, primo della serie dedicata all’ispettore Curto (con presentazione di Andrea G. Pinketts), cui ha fatto seguito il romanzo storico L’eroe della Grotta delle fate (Midgard Editrice, Perugia, 2007, vincitore del Premio Midgard Historia). Nel 2009, ha pubblicato il secondo libro dedicato a Curto, Lo sgozzatore di cigni (Edizioni Montag, 2009) e il romanzo giallo breve Il bianco e il nero (Società Editoriale ARPANet, 2009), il primo in cui compare Olmo Scirlocchi. È autore di La città della solitudine -Lettere d’amore di una sconosciuta (Altrimedia edizioni 2010), Trifeland – La guerra (Abel Books 2014), L’influenza mitigatrice del mare (Laura Capone editore 2015), Città ingrata (Temperino rosso 2016), La lunghezza del giorno (Pegasus Edition Collana Emotion, 2017). Ha conseguito numerosi premi e riconoscimenti in concorsi letterari nazionali ed internazionali. Le sue liriche e i suoi racconti sono presenti in diverse antologie.