Ravenna – Dakar – Piana dei Kadd nel segno di Dante

0,00

La cultura rappresenta un formidabile volano di dialogo, conoscenza reciproca e inclusione: in questo senso i rapporti tra i Italia e Senegal sono storicamente molto stretti e sono alimentati da una consistente comunità senegalese in Italia come pure dalla presenza di italiani e di italo-senegalesi in Senegal.

Confronta
Categoria:

Descrizione

La cultura rappresenta un formidabile volano di dialogo, conoscenza reciproca e inclusione: in questo senso i rapporti tra i Italia e Senegal sono storicamente molto stretti e sono alimentati da una consistente comunità senegalese in Italia come pure dalla presenza di italiani e di italo-senegalesi in Senegal.
Questo volume, nato nel quadro delle celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante Alighieri, approfondisce alcune relazioni passate, presenti e future tra l’Italia e il Senegal: dall’esperienza afro-romagnola del Teatro delle Albe, iniziata con l’arrivo nella compagnia di alcuni immigrati senegalesi fra cui Mandiaye N’Diaye, al quale il presente volume è dedicato, e proseguita con l’esperienza “dantesca” di Marco Martinelli a Kibera, slum di Nairobi, al lavoro di traduzione in lingua wolof del primo Canto della Divina Commedia svolto da Pap Khouma, fino alla mostra collettiva di artisti senegalesi che interpretano il Primo Canto della Commedia, che si terrà nel dicembre 2021 a Dakar.

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

Formato

Pagine

150

ISBN

978-88-32152-99-9

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ravenna – Dakar – Piana dei Kadd nel segno di Dante”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.