Nel principio erano i mostri

13,00


Handicappati, diversamente abili, disabili.
Cambiamo i nomi per definirli, ma come li vediamo?
Questo libro presenta alcune immagini delle persone disabili nella convinzione che il modo di rappresentarci la disabilità abbia una
diretta conseguenza sul modo di rapportarci, non solo a queste persone, ma agli altri volti della diversità.


Confronta
Categoria:

Descrizione

Handicappati, diversamente abili, disabili.
Cambiamo i nomi per definirli, ma come li vediamo?
Questo libro presenta alcune immagini delle persone disabili nella convinzione che il modo di rappresentarci la disabilità abbia una diretta conseguenza sul modo di rapportarci, non solo a queste persone, ma agli altri volti della diversità.
Dopo un’analisi delle figure dei cosiddetti mostri in un testo medievale, il libro si occupa dello sterminio dei disabili nella Germania nazista e dell’immane operazione di propaganda che lo precedette e lo accompagnò, per poi analizzare alcune immagini della disabilità nella comunicazione pubblicitaria.
Chiude il testo una riflessione su disabilità e sessualità a partire dalla figura dell’assistente sessuale, introdotta in alcuni Paesi e discussa anche in Italia.

Informazioni aggiuntive

Collana

Anno di pubblicazione

Formato

Pagine

100

ISBN

978-88-32152-30-2

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nel principio erano i mostri”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.