Piume di ghiaccio

13,00


“Chi è felice vive/Rincorre i colori con il fiato del cielo/ parla parole piene e rotonde./Chi è felice non ha ricordi/chi è felice non ha passato”.Il presente è solo ciò che importa, tutto il resto rischia sempre di portare infelicità, perché ogni momento della vita presenta anche aspetti contrastanti che quando diventano ricordo, conducono dissapore e infelicità.


Confronta
Categoria:

Descrizione

“Chi è felice vive/Rincorre i colori con il fiato del cielo/ parla parole piene e rotonde./Chi è felice non ha ricordi/chi è felice non ha passato”.Il presente è solo ciò che importa, tutto il resto rischia sempre di portare infelicità, perché ogni momento della vita presenta anche aspetti contrastanti che quando diventano ricordo, conducono dissapore e infelicità.La tecnica della poesia di Monica Buffagni si avvale molto spesso di ossimori, per lo più linguistici, ma a volte anche concettuali.In “Io che sono neve” abbiamo il “terra bruciata di neve”, ove bruciatoe neve sono agli antipodi. Lo stesso titolo della raccolta è un ossimorologico più che linguistico. Anche l’anafora è spesso presente come necessità di rimarcare qualche oggetto, qualche aspetto della realtà.Nelle poesie dove ricorre la luna questo dato è dominante. La poesia di Monica Buffagni va letta per la sua schiettezza nel manifestare l’inappartenenza a una realtà scontata, realtà che è resa positiva attraverso uno scavo interiore che non si accontenta di quello che appare.

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

Formato

ISBN

978-88-32152-29-6

Pagine

64

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Piume di ghiaccio”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *